top of page

Bianzè-Piedimulera 0-0: cronaca e tabellino

BIANZE’ (4-4-2): Appendino, Corinaldesi, Valrosso (9’st Baraye), Geminardi (1’st Stesina), Rega, Perinetti, Atzeni, Parrinello, Mahmood (21’st Anselmino), Urena (3’st Bortone), Carenza. A disposizione: Perucca, Mrheti. Allenatore: Alberto Costanzo.


PIEDIMULERA (4-3-1-2): Bionda, Guglielminetti (19’st Martelli), Viscomi, Moretti, Pirazzi, Mainini, Cugliandro, Fornara (27’st Marta), Ceschi, D’Elia (27’st Degiuli), Vadalà. A disposizione: Angelucci, Pezzoni, Rossi, Luotti. Allenatore: Luca Porcu.


ARBITRO: Matteo Bevere di Chivasso

ASSISTENTI: Flavio Gioda di Torino e Edoardo Gandino di Casale Monferrato


AMMONIZIONI: Corinaldesi e Carena per il Bianzè, Guglielminetti e Vadalà per il Piedimulera

ESPULSIONI: 48’st Moretti (P)


Il Piedimulera non ce l’ha fatta: a Bianzè termina 0 a 0 e in virtù dei risultati favorevoli ottenuti da Dufour Varallo, Fulgor Ronco Valdengo e Sparta Novara, i gialloblù sono condannati alla retrocessione diretta in Prima Categoria. La partita era da dentro e fuori, con il Bianzè che vincendo avrebbe potuto ancora sperare di disputare i play-out, mentre ai ragazzi del Presidente Tomola sarebbe bastato anche un pareggio qualora almeno una delle tre avversarie meglio posizionate non facesse punti. Al termine di 90’ molto combattuti e sofferti Bianzè e Piedimulera salutano la categoria, non senza aver lottato fino all’ultimo secondo alla disperata ricerca di una vittoria che avrebbe voluto dire “speranza”.


Il primo sussulto del match al 6’ quando Moretti dalla sinistra vede al centro lo smarcato Vadalà che per un soffio non impatta la sfera da due passi. All’8’ il tiro-cross di D’Elia impegna Appendino che si rifugia in angolo. Sul corner conseguente di Viscomi questa volta Vadalà incorna con potenza, il portiere vercellese con un ottimo riflesso gli nega la gioia del gol. Risponde il Bianzè al 21’ grazie alla punizione potente e precisa di Valrosso, Bionda con un grande intervento gli dice di no. Sul corner successivo ancora Bionda si fa trovare pronto sulla conclusione ravvicinata di Mahmood. Al 24’ è Mainini a provarci su calcio piazzato, la traiettoria è insidiosa, ma la sfera termina di un soffio alta sopra la traversa. Brivido per gli ossolani al 36’ quando Urena scatta sul filo del fuorigioco e cavalca la fascia sinistra, ma una volta entrato in area si fa ipnotizzare da Bionda e calcia clamorosamente alle stelle. Botta e risposta tra i due portieri con Appendino che al 40’ anticipa in tuffo D’Elia, pronto a porta vuota a trasformare il bell’invito di Ceschi. Ancora pericolosi i vercellesi su punizione al 44’, Bionda con i pugni salva su Perinetti.


Il primo caldo inizia a farsi sentire, ma nonostante ciò le due squadre rientrano dagli spogliatoi con grande spirito, consapevoli dell’importanza di sbloccare il risultato. Al 6’ Fornara dalla sinistra appoggia al limite per Ceschi che calcia a botta sicura, la difesa granata devia e la palla si perde sul fondo per una questione di centimetri. Ancora Ceschi al 14’ va alla conclusione dai 16 metri, questa volta interviene Appendino che in due tempi fa sua la sfera. I ragazzi di mister Porcu spingono sull’acceleratore e al 15’ sull’ennesimo calcio d’angolo battuto da Viscomi, Mainini viene dimenticato dalla difesa di casa, la sua incornata però è centrale e Appendino blocca. Il duello Mainini-Appendino continua al 18’, questa volta il colpo di testa dell’ossolano assume una parabola insidiosa, ma l’estremo difensore vercellese con la punta delle dita devia sulla traversa. I gialloblù attaccano a pieno regime, rimanendo a tre in difesa e inserendo un quarto attaccante, ma al 26’ è ancora Appendino a negare la gioia del gol a Ceschi che tenta la girata al volo. Il Bianzè soffre e si affida alle ripartenze, approfittando di un Piedimulera sbilanciato in avanti: al 32’ bel taglio di Anselmino sulla palla di Parrinello, l’attaccante vercellese fa a sportellate con Mainini, poi Bionda è provvidenziale in chiusura. Gli ultimi minuti sono concitati: al 46’ cioccolatino di Vadalà dalla sinistra per Ceschi che a porta vuota non trova la zampata vincente. Sul ribaltamento di fronte al 47’ Atzeni si invola sulla sinistra e serve al centro Anselmino che va al tiro, la difesa ospite devia e la palla termina di poco a lato. Piedimulera vicinissimo alla vittoria al 48’ con Moretti che dal limite dell’area fa partire una gran conclusione, il solito Appendino si distende e questa volta devia sul palo. Lo stesso Moretti un minuto dopo è costretto ad abbandonare il terreno di gioco a causa di un fallo da ultimo uomo ai danni di Atzeni che gli costa il cartellino rosso. L’ultima azione della gara si registra a recupero inoltrato: al 52’ Mainini sulla sinistra si ritaglia lo spazio per calciare, la palla è diretta agli incroci, ma un miracoloso Appendino abbassa definitivamente la saracinesca, condannando di fatto entrambe le compagini alla retrocessione diretta.


141 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page