top of page

Bulè Bellinzago-Piedimulera 3-1: cronaca e tabellino

BULE’ BELLINZAGO (4-3-3): Montrasi, Cervizzi, Tuveri, Renolfi, Bianchi, Vacirca, Curatolo (41’st Monzani), Prutean (34’st Bellino), Sacco (20’st A.Rogora), Baghdadi, Sabin (27’st Repossini). A dispozione: Salmoirago, Leka, Bruno, Sironi, Buccolini. Allenatore: Thomas Forzatti.


PIEDIMULERA (4-4-2): Bionda, Della Vedova, Guglielminetti (35’st L.Rogora), De Luca (24’st Squillaci), Pirazzi, Mainini, Campion (24’st Vaglica), Moretti, Rossi (35’st Martelli), Ceschi, Fornara. A disposizione: Angelucci, Di Domenico, Luotti, Caterisano, Sgaria. Allenatore: Marco Moz.


ARBITRO: Riccardo Di Simone di Torino

ASSISTENTI: Emanuele Innocente e Sathya Angeli di Biella


MARCATORI: 31'pt Vacirca (RIG B), 2'st Sabin (B), 16'st Campion (P), 34'st Rogora A (B)

AMMONIZIONI: Vacirca per il Bulè Bellinzago, Guglielminetti, Campion e Squillaci per il Piedimulera


Il Piedimulera cade a Dormelletto, ospite della capolista Bulè Bellinzago che con il risultato di 3 a 1 si mantiene in vetta alla classifica. Parziale eccessivamente pesante per i ragazzi di mister Moz che, per quanto visto in campo, avrebbero potuto lottare per il pareggio. La partita viene infatti sbloccata grazie ad un rigore generoso concesso ai padroni di casa, che nel secondo tempo sono bravi e cinici a chiudere il match con un eurogol.


Durante la prima fase di gioco i ritmi non sono incalzanti e le due compagini non si scoprono troppo. Bisogna infatti attendere il 17’ per vedere la prima incursione ossolana con Della Vedova che da posizione impossibile tenta di sorprendere Montrasi, la palla non si abbassa a sufficienza e colpisce la parte alta della rete. Al 22’ il corner dalla destra di Curatolo viene allontanato da Bionda, la palla termina sui piedi di sacco che viene però contrastato da Mainini. Al 28’ Renolfi tenta l’azione personale e dal limite dell’area va al tiro, con la sfera che termina di poco a lato. Alla mezzora il gol che sblocca la gara: Curatolo dalla sinistra salta il suo diretto marcatore, entra in area e si lascia cadere su un contrasto con Mainini. Il direttore di gara ravvede gli estremi per assegnare il penalty e dal dischetto Vacirca va centrale, siglando l’1 a 0 di casa. Al 38’ il giovane Prutean tenta la conclusione da fuori area, ma la palla è facile preda dell’attento Bionda. Sul fronte opposto al 43’ Ceschi in pressione costringe Montrasi ad un passaggio molto rischiosi, Campion intuisce e ruba palla, ma a porta vuota spreca.


Al rientro dagli spogliatoi doccia fredda per gli ospiti al 2’: discesa sulla destra di Baghdadi, palla al centro per Sabin che tutto solo scaraventa alle spalle di Bionda. I ragazzi del Presidente Tomola non demordono e tentano di reagire all’8’ con una punizione dalla sinistra di Mainini, l’estremo difensore novarese si distende e fa sua la sfera. Al 16’ gli ossolani accorciano le distanze, grazie a Rossi che inventa una gran palla per l’inserimento di Campion, che taglia fuori la difesa di casa e a tu per tu con Montrasi gonfia la rete. Nel momento migliore degli ospiti, al 34’ la capolista chiude la gara, grazie alla prodezza di Alessandro Rogora, che dai 30 metri lascia partire un tiro imparabile per Bionda, con la palla che va a togliere le ragnatele dal sette. Al 40’ lo stesso Rogora potrebbe avere tra i piedi la palla della doppietta, ma il recupero di Pirazzi è provvidenziale e sottoporta lo mura. Proteste ossolane al 45’ per una palla terminata presumibilmente oltre la linea di porta: sulla punizione di Ceschi dai 25 metri, Montrasi non trattiene, la sfera carambola verso la rete e inarcandosi all’indietro, il portiere novarese riporta la sfera oltre la linea. L’assistente di linea non ravvede e il risultato resta sul 3 a 1. L’ultima emozione di giornata si registra al 47’ con Mainini che appoggia al limite per Martelli, il suo tiro d’esterno viene bloccato a terra da Montrasi.





64 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page