Juve Domo 0 - 4 Piedimulera: cronaca e tabellino

JUVENTUS DOMO (4-3-3): Bleve, Cugliandro (45’st Fornetti), Falcioni, Oioli (12’st Violi), Santin, Trunfio, Samà, Ciana, Pesce (10’st Jerich), Progni (20’st Ferrera), Coscia (37’pt Cabrini). A disposizione: Pavesi, Fradelizio, Biondini, Vanini. Allenatore: Italo Morellini.


PIEDIMULERA (4-4-2): Mafezzoni, Viscomi, Balbuena, La Rocca (36’st Luotti), Wallingre, Mainini, De Giuli (27’st Piras), Gueye, Diagne (32’st Mazzolini), Ceschi, Boscolo. A disposizione: Ricotti, Mancuso, Oukid, Cervi, Parachini. Allenatore: Roberto Bonan.


ARBITRO: Laugelli Stefano di Casale Monferrato


RETI: 12’pt Boscolo, 15’pt Ceschi (rig), 8’st Wallingre, 31’st Boscolo (rig)

AMMONIZIONI: Cugliandro per la Juventus Domo, Balbuena, Diagne e Boscolo per il Piedimulera


Il Piedimulera si aggiudica il derby contro la Juventus Domo con il parziale di 4 a 0. Dopo un inizio tutto di marca gialloblù, i padroni di casa spingono sull’acceleratore, senza tuttavia trovare i varchi giusti. Nella seconda frazione di gioco i ragazzi del presidente Tomola chiudono la partita e guadagnano meritatamente i 3 punti. Tanti gli ex Piedimulera tra le fila granata, in una giornata che ha visto l’assenza degli assistenti arbitrali, provvedimento che a rotazione riguarderà tutti i gironi del campionato di Promozione piemontese.


La prima occasione del match si registra al 2’ con La Rocca che ruba palla a centrocampo e apre sulla destra per Boscolo che vede Bleve fuori dai pali e tenta di sorprenderlo, ma il portiere di casa è attento e blocca. All’11’ contropiede granata, palla filtrante di Ciana per Pesce che entra in area e prova a piazzarla, Mafezzoni resta in piedi e sventa il pericolo. I ragazzi di mister Bonan al 12’ si portano in vantaggio: De Giuli sulla sinistra lancia Ceschi che appoggia centralmente per l’accorrente Boscolo, il numero 11 gialloblù lascia partire una conclusione di prima che si infila direttamente sotto l’incrocio. La Juventus Domo subisce il contraccolpo e al 15’ gli ospiti raddoppiano: Diagne entra in area dalla sinistra e viene contrastato da Santin; il direttore di gara ravvede un contatto falloso e assegna il penalty ai gialloblù, scatenando le vibranti proteste dei padroni di casa. Sul dischetto si presenta Ceschi che spiazza Bleve e firma il 2 a 0. I granata non abbassano la guardia e si rendono pericolosi al 20’ con Ciana che raccoglie una respinta corta e dalla distanza va di un soffio a lato. Provvidenziali gli interventi di Mafezzoni al 21’ e al 38’: prima è Progni ad avere sui piedi la palla-gol, ma in area piccola si fa murare; poi è Oioli a raccogliere una punizione dalla destra di Ciana, ma anche in questa occasione l’estremo difensore gialloblù abbassa la saracinesca. Nei minuti finali ci provano Ceschi per il Piedimulera e Ciana per la Juventus Domo, ma entrambi non trovano fortuna.


Al rientro dagli spogliatoi i gialloblù calano il tris: schema su corner all’8’, Viscomi scambia con Ceschi e mette al centro una palla d’oro per Wallingre, che è ben appostato in area e batte l’incolpevole Bleve. Nei minuti successivi si presentano dalle parti di Bleve prima Diagne al 18’ e poi Viscomi al 24’, ma non inquadrano lo specchio della porta. Al 31’ il Piedimulera cala il poker: Ceschi sorprende la retroguardia granata e si invola tutto solo verso la porta, il portiere granata in uscita lo atterra e il direttore di gara assegna il secondo penalty di giornata. Dagli 11 metri questa volta va Boscolo che sigla la sua doppietta, con Bleve che intercetta, ma non ci arriva. L’ultima occasione di giornata è di marca gialloblù grazie a Ceschi che ruba palla e a centro area calcia a botta sicura, solo il palo gli dice di no.