Piedimulera 3 - 4 Briga: cronaca e tabellino

PIEDIMULERA (4-4-2): Ricotti, Mammucci (48’st Cervi), Viscomi, Gueye, Wallingre, Mainini, Pezzoni (41’st Budelli), Parachini (38’st Luotti), Mattioni (7’st Gallini), Balbuena (7’st De Giuli). A disposizione: Vescio, Stucchi, Simona, Coello. Allenatore: Roberto Bonan.


BRIGA (4-3-3): Baccin, Eliseo (9’st Gado), Mirinoui (3’st Battaglia), Manca, Gibbin, Sciascia (20’st Filiberti), Asole, Nalesso, Cataldo (31’st Constantin), Salvatore, Fornara (12’st Mostoni). A disposizione: Silva, Zona, Mersini. Allenatore: Edvin Licaj.


ARBITRO: Iorfida Gabriele di Collegno


MARCATORI: 1'pt Fornara (B), 27'pt Asole (B), 2'st Salvatore (B), 5'st Asole (B), 15'st Gallini (P), 30'st Ceschi (P rig), 45'st Mammucci (P)


AMMONIZIONI: Viscomi e Mattioni per il Piedimulera, Mirinoui, Salvatore e Battaglia per il Briga


Pirotecnico 3 a 4 tra Piedimulera e Briga, in una partita che regala un secondo tempo al cardiopalma. Partono indubbiamente meglio i ragazzi di mister Licaj che si portano in vantaggio dopo 1’ solo minuto di gioco e al 50' siglano lo 0 a 4. Quando il match sembra ormai incanalato verso una netta vittoria novarese, la formazione di mister Bonan mette il campo il carattere e la determinazione per tentare la rimonta, che però non si concretizza. Il Briga resta dunque in testa alla classifica, affiancato dal Città di Cossato, mentre il Piedimulera deve continuare a lottare per ottenere una salvezza sicura quanto prima possibile.


Partita subito in discesa per i novaresi che dopo un solo giro di orologio si portano in vantaggio: Nalesso dalla destra va sul fondo e tenta il cross, Ricotti respinge, ma la palla termina sui piedi di Fornara che viene dimenticato dalla difesa gialloblù e da centro area appoggia in rete. Il Piedimulera subisce il contraccolpo e al 15’ il Briga è ancora pericoloso su corner di Salvatore, sul secondo palo Asole va di testa in tuffo e spedisce sul fondo di un soffio. Sul fronte opposto al 22’ Mammucci dalla destra serve Ceschi che, spalle alla porta, appoggia per l’accorrente Pezzoni, il suo tiro è alto. Al 25’ ci prova Mainini su punizione dai 20 metri, Baccin è attento e ci mette i guantoni. Il gol del 2 a 0 ospite arriva al 27’: lancio di Gibbin per Fornara che galoppa sulla sinistra e scocca un assist preciso per Asole che concretizza un rigore in movimento. Nei minuti successivi è ancora il Briga a presentarsi dalle parti di Ricotti: al 36’ calcio piazzato dalla distanza di Salvatore, Nalesso svetta ma va alto. Al 44’ azione insistita: scambio al limite dell’area tra Salvatore e Asole che va alla conclusione, Ricotti intercetta, Eliseo dal fondo imbecca Salvatore che da due passi fallisce il tap-in.


Al rientro dagli spogliatoi la musica non cambia e dopo soli 2’ il Briga cala il tris in un’azione da rivedere: Cataldo vince un contrasto con Wallingre - vibranti proteste del Piedimulera per un presunto fallo - e mette in mezzo per Salvatore che a porta vuota insacca. Gli ossolani abbassano la guardia e al 5’ i novaresi calano il poker: lancio dalle retrovie per Asole che si invola verso la porta, Ricotti sbaglia i tempi di uscita e il 4 a 0 ospite è cosa fatta. I padroni di casa al 15’ accorciano le distanze grazie a Ceschi che dal limite dell’area apre sulla sinistra per De Giuli che serve un cioccolatino per Gallini, l’attaccante gialloblù in area piccola non sbaglia. Al 21’ occasionissima per il Briga per chiudere la gara grazie a Mostoni che da centrocampo scatta verso la porta e si presenta a tu per tu con Ricotti che con un miracolo salva i suoi. Al 28’ i gialloblù potrebbero riaprire la gara quando Viscomi dalla sinistra crossa al centro e un difensore ospite tocca di mano. Il direttore di gara assegna il penalty, dal dischetto si presenta Ceschi, ma Baccin è fenomenale e gli dice di no. Ancora Baccin protagonista 1’ dopo quando vince un altro duello con Ceschi, deviando sopra la traversa la conclusione a botta sicura del bomber ossolano. Alla mezzora i ragazzi di mister Bonan riaprono la gara: De Giuli dal fondo appoggia al centro per Gueye che viene atterrato, il direttore di gara assegna il secondo penalty di giornata e dagli 11 metri questa volta Ceschi non sbaglia. Al 38’ cross dalla destra di Mammucci che trova dalla parte opposta Viscomi che da ottima posizione calcia clamorosamente alto. Al 44’ Ceschi si divora letteralmente il possibile 3 a 4 quando a tu per tu con Baccin tenta il pallonetto che termina alto. 3 a 4 che invece si registra al 45’ grazie a Mammucci che dopo un batti e ribatti in area trova la zampata vincente e ci mette la firma. Le emozioni non sono finite e al 50’ Ricotti è ancora miracoloso nel chiudere lo specchio a Salvatore.