Vigliano 1 - 0 Piedimulera: cronaca e tabellino

VIGLIANO (4-3-3): Fasso, Piccirilli, Rmouz, Giordano, Franchino, Virga, Coppo, Damas Lopez (25’st Gruppallo), Botalla (32’pt Caravello), Cabrini (48’st Beltrame), Ottino. A disposizione: Naim, Lanza, Ciarletti, Brando. Allenatore: Davide Ariezzo.


PIEDIMULERA (4-4-2): G.Mafezzoni, Mazzolini (42’st Oukid), Balbuena, Gueye (1’st Boscolo), Mammucci, Mainini, De Giuli (26’st Mancuso), Parachini, Mattioni, Ceschi, Viscomi. A disposizione: Ricotti, Piras, Luotti, La Rocca, S.Mafezzoni. Allenatore: Roberto Bonan.


ARBITRO: Luca Leone di Collegno

ASSISTENTI: Samuele Flagetonte e Francesco Guarino di Novara


RETI: 37’pt Virga (V)

AMMONIZIONI: Giordano, Cabrini e Ottino per il Vigliano, Viscomi per il Piedimulera


Dopo tre vittorie consecutive il Piedimulera si fa superare esternamente dal Vigliano con il parziale di 1 a 0. Risultato che tuttavia sta stretto ai ragazzi di mister Bonan che nel primo tempo creano numerose palle gol, ma non riescono a sbloccare il risultato. Più cinici i padroni di casa che sfruttano la prima vera occasione e nel secondo tempo gestiscono il risultato senza correre rischi.


Partono subito forte gli ossolani che dopo soli 2’ potrebbero portarsi in vantaggio: Ceschi serve una palla filtrante per Viscomi che sbuca sulla destra alle spalle di Rmouz e dal fondo appoggia centralmente per Mattioni, che tutto solo a porta spalancata non trova il tocco vincente. Al 6’ punizione dalla destra di Parachini per Gueye che da ottima posizione non inquadra lo specchio della porta. Nell’occasione i gialloblù lamentano un tocco di mano di un difensore giallorosso, ma il direttore di gara lascia correre. Serie di tentativi del Piedimulera all’11’ quando Viscomi crossa al centro per Ceschi, che fa da sponda, ma prima Mattioni e poi Gueye vengono murati, lo stesso Gueye in ribattuta calcia alto. Il Vigliano si presenta dalle parte di Mafezzoni al 19’ grazie a Giordano che raccoglie una respinta della barriera su punizione di Damas Lopez e ci prova di prima intenzione, Mafezzoni è attento e blocca. Gli ospiti continuano a macinare gioco e al 23’ Viscomi batte una punizione veloce per Ceschi, suo taglio sulla destra sorprende la difesa vercellese, ma sul suo tiro Fasso è provvidenziale con i piedi. Un minuto più tardi azione insistita degli ossolani, batti e ribatti in area, la palla termina sui piedi di Parachini che esplode un gran tiro di collo pieno, l’estremo difensore di casa con i pugni sventa il pericolo. Ancora protagonista Fasso al 31’ quando Mattioni salta in velocità il suo diretto marcatore e si presenta a tu per tu con il giovane portiere giallorosso che in uscita abbassa la saracinesca. Docca fredda per i gialloblù al 37’: iniziativa personale di Cabrini che dalla distanza tenta la conclusione, Mafezzoni si distende e con un colpo di reni devia in angolo. Sul corner di Damas Lopez si avventa l’accorrente Virga che svetta tutto solo e di testa sigla l’1 a 0 per il Vigliano. I ragazzi di mister Bonan subiscono il contraccolpo e faticano a trovare le geometrie espresse fino a pochi minuti prima: al 40’ i padroni di casa provano ad approfittarne con un contropiede guidato da Coppo che serve al limite Virga, Mafezzoni fa sua la sfera.


Al rientro dagli spogliatoi al 6’ sono ancora gli ospiti a rendersi pericolosi grazie ad una punizione dalla distanza di Ceschi, la palla spiove in area piccola, ma prima Boscolo e poi Mattioni vengono murati. I giallorossi trovano le misure e, complice un calo degli ossolani, trovano più spazi per affondare. Al 18’ Coppo porta palla fino al limite dell’area e poi con un gran tocco serve un cioccolatino per Virga che dalla sinistra calcia a botta sicura, la sfera termina di un soffio a lato. Timido tentativo sul versante opposto al 21’ quando Parachini apre bene sulla destra per Mattioni, ma il suo tiro dalla distanza si perde sul fondo. Al 37’ i vercellesi potrebbero raddoppiare: la difesa di casa spazza, la palla diventa buona per Cabrini che scatta sulla sinistra, arriva sul fondo e appoggia in mezzo per Virga che tutto solo a centro area a porta vuota manda clamorosamente alto.