Piedimulera 2 - 2 Omegna: cronaca e tabellino

PIEDIMULERA (4-4-2): Mafezzoni G., Mammucci, Balbuena, Gueye, Wallingre, Mainini, De Giuli, Parachini, Gallini (30’st Boscolo), Ceschi (36’st Mattioni), Mancuso (45’st Coello). A disposizione: Ricotti, Luotti, Oukid, Piras, Cervi, Mafezzoni S. Allenatore: Roberto Bonan.


OMEGNA (4-3-3): Marzoli, Pontiroli (35’st Comparoli), Spriano (43’st Jaouhari), Racis (22’pt Elca), Pastorelli, Cabrini, Paganini, Cherchi, Barbieri A. (12’st Pezzoni), De Ponti, Scarazzini (23’st Sistino). A disposizione: Piazza, Barbieri F., De Falco, Zekaj. Allenatore: Davide Tabozzi.


ARBITRO: Luca Cattaneo di Novara

ASSISTENTI: Federico Manfredini di Novara e Abbagnano Matteo del VCO


MARCATORI: 29’pt Cherchi (O), 16’st Gallini (P), 18’st Ceschi (P), 47’st Paganini (O)

AMMONIZIONI: Mainini per il Piedimulera, Spriano e De Ponti per l’Omegna


2 a 2 è il risultato finale al termine dei 90’ tra Piedimulera e Omegna. Dopo un primo tempo in cui gli ossolani faticano a trovare il ritmo giusto e subiscono la prima rete, nella seconda frazione di gioco ribaltano il risultato. I cusiani però non si arrendono e in zona cesarini agguantano un pareggio giusto, per quanto espresso in campo dalle due formazioni nell’arco di tutta la partita. Prima dell’inizio della gara il Piedimulera ha premiato il giocatore Fabio Mammucci che ha raggiunto le 250 presenze in maglia gialloblù (leggi qui l’articolo).


Partono meglio i ragazzi di mister Tabozzi che al 13’ si rendono pericolosi: cross dalla sinistra di Cherchi, Balbuena allontana e la palla termina sui piedi di Racis che dal limite dell’area calcia d’esterno, ma il suo tiro si perde sul fondo. È il preludio del gol che arriva al 29’ grazie ad una discesa sulla sinistra di Cherchi che salta il suo diretto marcatore e calcia, Mainini si oppone, ma sulla ribattuta ancora Cherchi questa volta non sbaglia. Il Piedimulera tenta di reagire, ma il tiro di Gueye al 36’ è facile preda di Marzoli. Al 38’ schema su corner tra Parachini e Ceschi, palla sul secondo palo per la testa di Wallingre che sottoporta non inquadra lo specchio. Bella occasione per l’Omegna al 41’ con Barbieri che innesca una ripartenza e serve Elca il quale entra in area dalla sinistra e calcia di potenza, Mafezzoni respinge. Negli ultimi minuti sono gli ossolani a spingersi in avanti: al 42’ palla filtrante di Ceschi per Gallini che da posizione defilata tenta il tiro, Marzoli in due tempi fa sua la sfera. Al 45’ punizione dalla destra di Ceschi, la difesa ospite allontana, Mancuso dal limite dell’area calcia a botta sicura, ma Paganini in area piccola salva; poi Mammucci e Gueye in mischia vengono murati. Al 46’ Parachini apre sulla sinistra per De Giuli che si presenta tutto solo davanti al portiere cusiano che con i piedi gli nega la gioia del gol.


Al rientro dagli spogliatoi Piedimulera subito vicino al gol dopo 2’ grazie ad un gran tiro dalla distanza di Balbuena, Marzoli è attento e si distende. All’8’ Mafezzoni respinge una punizione dal limite di Elca e all’11’ dalla parte opposta è invece Pastorelli ad opporsi ad una conclusione da posizione insidiosa di Parachini. I ragazzi di mister Bonan spingono sull’acceleratore e nel giro di due minuti ribaltano il risultato. Al 16’ Mancuso dalla destra va sul fondo e appoggia rasoterra per Gallini che all’altezza del dischetto spedisce alle spalle dell’incolpevole Marzoli. Al 18’ doccia fredda per i rossoneri: De Giuli dalla sinistra lancia per Ceschi che scatta tra le linee, si presenta a tu per tu con l’estremo difensore ospite e con freddezza lo trafigge. Gli ospiti non demordono e nei minuti successivi hanno due grandi occasioni per riagguantare il pareggio: al 22’ Paganini viene dimenticato dalla difesa ossolana e a due passi dalla porta spedisce clamorosamente alto. Al 24’ è invece Cherchi a tentare il tiro dai 16 metri, la palla sfiora l’incrocio. Omegna chiama, Piedimulera risponde, grazie a Ceschi che per ben due volte ha sui piedi la palla del possibile 3 a 1, ma al 31’ Marzoli con un colpo di reni gli dice di no e al 32’ la sua bordata dalla lunga distanza termina a lato per una questione di centimetri. Al 33’ è invece Paganini per i rossoneri a non concretizzare il bell’invito di Elca. Quando ormai la partita sembrava terminata, al 47’ i ragazzi di mister Tabozzi segnano il definitivo 2 a 2 grazie al solito Paganini, il migliore dei suoi, che sottoporta questa volta spedisce in rete l’assist di Elca.