top of page

Piedimulera-Feriolo 2-3: cronaca e tabellino

PIEDIMULERA (4-2-3-1): Angelucci, Della Vedova, Guglielminetti (41’st Farina), Pezzoni (27’st De Luca), Pirazzi, Mainini, Campion, Moretti, Martelli, Ceschi, Rossi (33’st Squillaci). A disposizione: Bionda, Fornara, Di Domenico, Sgaria, Luotti, Viscomi. Allenatore: Marco Moz.


FERIOLO (4-3-2-1): Boatto, Finetti (41’st Stanglini), Ferrario (31’st Falciola), Capra, Zingaro, Genesini (11’st Ferraris), Hado, Cherchi, Gitteh (39’st Gallieni), Limido (21’st Gnata), Paganini. A disposizione: Arbellia, Infurnari, Rampi, Bertolotti. Allenatore: Pierguido Pissardo.


ARBITRO: Gabriele Cremasco di Torino

AMMONIZIONI: Pirazzi per il Piedimulera, Finetti, Cherchi, Paganini e Gallieni per il Feriolo

MARCATORI: 3'pt Gitteh (F), 12'pt Paganini (F), 24'pt Delle Vedova (P), 43'pt Rossi (P), 23'st Hado (F)


Il derby tra Piedimulera e Feriolo se lo aggiudicano i lacuali con il risultato finale di 3 a 2. I padroni di casa soffrono i primi minuti di gara in cui non riescono ad entrare in partita e regalano così due gol facili alla compagine di mister Pissardo. I gialloblù di casa però spingono sull’acceleratore e nel primo tempo recuperano le due reti subite, andando vicini più volte al ribaltamento di risultato – salvato per il Feriolo dal portiere Boatto, quest’oggi migliore in campo. Nel secondo tempo però gli ospiti ritrovano il mordente e chiudono la contesa, conquistando 3 punti fondamentali per la lotta alla salvezza.


Partita subito in discesa per i ragazzi di mister Pissardo che in pochi minuti di portano in doppio vantaggio. Al 3’ Hado dalla sinistra si inserisce tra le linee e di testa spizza al centro per Gitteh che approfitta di un’incomprensione nella retroguardia ossolana e con un pallonetto beffa Angelucci. Lo stesso Hado al 12’ scocca un cross perfetto per l’accorrente Paganini che sbuca sul secondo palo e con un’incornata non perdona. Dopo la doccia fredda il Piedimulera tenta la reazione al 14’ con Rossi che, servito da Ceschi, entra in area e calcia, Boatto con i piedi respinge. Al 17’ Ceschi dalla destra si accentra, dal limite dell’area ha tutto lo spazio per inquadrare lo specchio della porta, la sua conclusione è potente e precisa, ma Boatto con un ottimo intervento gli dice di no. È il preludio del gol che arriva al 24’: Guglielminetti dalla sinistra appoggia centralmente per Campion, gran palla filtrante per Della Vedova che arriva sul fondo e da posizione impossibile deposita in rete l’1 a 2. Nei minuti successivi è Boatto-show: al 26’ Rossi dalla sinistra imbecca Ceschi che si presenta a tu per tu con il portiere ospite, il suo intervento è provvidenziale. Al 29’ Della Vedova dalla lunga distanza tenta l’eurogol, Boatto con un colpo di reni toglie la palla dall’incrocio. Al 33’ imbucata di Ceschi per Rossi, la sfera è diretta sotto la traversa, ma un altro miracolo di Boatto tiene in vita il Feriolo. I ragazzi di mister Moz al 43’ pareggiano meritatamente i conti, grazie a Martelli che dalla destra pesca sulla parte opposta Rossi che questa volta regola il mirino, con la sfera che colpisce l’incrocio dei pali e si infila in rete alle spalle dell’incolpevole Boatto.


Al rientro dagli spogliatoi i padroni di casa soffrono nuovamente ed è infatti il Feriolo ad avere due grandi occasioni: al 9’ discesa fulminea sulla destra di Limido, Hado a centro area è tutto solo, Angelucci si oppone, la sfera termina sui piedi di Gitteh che in area piccola calcia a botta sicura, ma il recupero di Pirazzi è da applausi e in scivolata salva i suoi. Al 12’ Paganini conquista palla nella trequarti ossolana e serve Gitteh che sulla sinistra viene dimenticato dalla difesa, ma tutto solo davanti ad Angelucci si fa ipnotizzare e manda clamorosamente a lato. Sul fronte opposto al 15’ ci prova Ceschi dalla sinistra, il solito Boatto è attento e respinge. I lacuali al 23’ si riportano in vantaggio, con il gol che decide la gara: Gitteh scatta sul filo del fuorigioco, dalla destra entra in area e tenta il tiro, la respinta di Angelucci è corta e Hado a porta vuota insacca. Nei minuti successivi saltano tutti gli schemi, la gara è combattuta ma non si registrano particolari occasioni da gol. Bisogna attendere il finale per le ultime emozioni: al 46’ Gallieni dalla destra trova inventa per Hado che a porta vuota spedisce alle stelle. Al 47’ Campion spalle alla porta appoggia fuori per Ceschi che calcia rasoterra, Farina sottoporta non trova il tap-in vincente.


90 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page