top of page

Buona la prima: a Crodo finisce 1 a 0 per noi

CRODO (3-5-2): Giacomotti, Martinetti, Spanò, Simona Marco (42’st Fontana), Damico, Stimoli (30’st Dresco), Scaciga (37’st Alemanno), Chiaravallotti (15’st Borgnis), Forni, Vanini, Ferrari. A disposizione: Simona Matteo, Sorgente, Falcioni. Allenatore: Davide Daoro.


PIEDIMULERA (4-3-3): Rizzetto, De Tomasi (13’st Guglielminetti), Montagnese, Naggi, Colombo, Mainini, Hado, De Luca, Martelli (9’st Garda), Maesano (20’st Capriolo), Ciocca (42’st Afri). A disposizione: Ricotti, Della Vedova, Preiata. Allenatore: Marco Poma.


ARBITRO: Davide Fondacaro del VCO

AMMONIZIONI: Scaciga e Chiaravallotti per il Crodo, Montagnese, De Luca, Martelli, Ciocca, Guglielminetti e Capriolo per il Piedimulera


MARCATORI: 23’pt Hado (P)


La prima giornata regala subito i tre punti agli ossolani del Presidente Tomola che, non senza fatica, passano sull’ostico campo della neopromossa Crodo con il risultato di 1 a 0. La partita la decidono bomber Hado con un’incornata e Rizzetto grazie alla parata sul rigore concesso ai rossoverdi.


I ragazzi di mister Daoro partono meglio e durante il primo quarto d’ora mettono subito in difficoltà la difesa gialloblù: al 5’ Scaciga da posizione defilata tenta un tiro-cross che termina di poco alto. Al 13’ bella azione corale del Crodo conclusa da Spanò che dalla sinistra entra in area e calcia di potenza, Rizzetto gli sbarra la strada. Al 16’ Simona dalla sinistra mette al centro per Forni che in tuffo gira di testa, ottima la tempistica, ma non inquadra lo specchio. Squillo del Piedimulera al 17’ con una punizione dalla distanza di Mainini che viene neutralizzata da Giacomotti. Alla prima vera occasione gli ospiti si portano in vantaggio: grande apertura di Naggi che pesca sulla sinistra Montagnese, cross pennellato a centro area per la testa di Hado che con un’incornata beffa l’estremo difensore avversario. Al 27’ ci prova ancora Mainini su punizione, Giacomotti è ancora presente. Ottima occasione per i padroni di casa al 29’ grazie alla punizione dal limite dell’area di Ferrari che coglie un clamoroso incrocio dei pali, la sfera poi rimbalza nuovamente in campo e Simona da due passi spreca. Risponde il Piedimulera al 32’ con Naggi che dalla bandierina tenta di sorprendere Giacomotti e calcia direttamente in porta, il portiere di casa si rifugia ancora in angolo.


Nella ripresa al 14’ il neo-entrato Garda dal limite dell’area appoggia centralmente per Ciocca, la sua conclusione termina di poco alta. Al 15’ Hado serve una palla d’oro per Garda che entra in area dalla sinistra, ma a tu per tu con Giacomotti non prende le misure e calcia sul fondo. Al 17’ l’episodio che potrebbe cambiare il volto della partita: il direttore di gara assegna un penalty a favore del Crodo a causa di un presunto contatto falloso tra Montagnese e Forni, scatenando le vibranti proteste dei gialloblù. Sul dischetto si presenta lo stesso Forni, ma Rizzetto è strepitoso e con un gran riflesso si oppone; la sfera termina ancora sui piedi di Forni ma Mainini si immola e con due interventi a porta vuota salva i suoi. Il Piedimulera tenta di reagire al 26’ con una punizione dalla sinistra di Naggi che impegna Giacomotti. Sul fronte opposto al 29’ dopo un batti e ribatti in area Forni tenta un diagonale che termina largo. I ragazzi di mister Poma vanno vicini al raddoppio al 32’: scambio in velocità sulla sinistra tra Ciocca e Guglielminetti, palla in mezzo per Capriolo che da due passi calcia a botta sicura, i crodini si salvano sulla linea. Al 33’ Ciocca non approfitta di un errore della retroguardia di casa e a porta sguarnita calcia fuori misura. L’ultimo brivido del match si registra al 49’: punizione dalla lunga distanza, gran mischia in area, la difesa gialloblù mette fuori, ma Borgnis conquista la sfera e va al tiro da ottima posizione, Rizzetto con la punta delle dita gli dice di no.


118 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page