Presentazione Accademia Piedimulera-Vogogna

Ieri sera si è tenuta presso il Campo Sportivo di Vogogna la presentazione del progetto Accademia Piedimulera-Vogogna rivolto al Settore Giovanile e Scolastico.


Ringraziamo calorosamente tutti coloro che hanno partecipato, genitori, bambini, addetti ai lavori, giornalisti, sponsor e appassionati, nella speranza di aver trasmesso a tutti voi lo spirito e la passione che ci hanno spinto a creare questo progetto, unico nel suo genere nelle nostra zona.


Un ringraziamento particolare va sicuramente alle Amministrazioni Comunali rappresentate ieri sera dal Sindaco di Vogogna Stefanetta Marco, dal Sindaco di Piedimulera Lana Alessandro e dall'Assessore allo Sport di Premosello Chiovenda Alberti Giuseppe, che hanno espresso la loro vicinanza ed il loro entusiasmo per la creazione di questa tanto attesa collaborazione, un segnale importante in un periodo particolarmente difficile.


Di seguito i dettagli di quanto espresso dalle due società, rappresentate dai Presidenti Casile Marzio (S.D. Vogogna) e Tomola Beniamino (A.S.D. Piedimulera).


Indice:

  1. Come nasce il progetto Accademia Piedimulera-Vogogna

  2. Quali vantaggi porterà questo progetto

  3. Quali squadre verranno allestite

  4. Juniores e Prima Squadra?

  5. Loghi, colori e simboli

  6. Sponsorizzazioni

  7. A livello federale come verrà gestito il progetto

  8. Chi saranno i punti di riferimento

  9. Chi saranno gli allenatori

  10. Dove si svolgeranno gli allenamenti e le partite

  11. Kit da allenamento e divise da gioco

  12. Come fare per iscrivere un/a bambino/a?


1. Come nasce il progetto Accademia Piedimulera-Vogogna


Il nostro territorio è stato sempre fortemente caratterizzato da accese rivalità sportive che negli anni hanno dato vita a derby sentitissimi. E’ però arrivato il momento di mettere da parte i campanilismi e di lavorare in sinergia per la crescita dei bambini e dei ragazzi del territorio.


Piedimulera e Vogogna contano rispettivamente 1500 e 1700 abitanti e a livello di numeriche non è possibile allestire un Settore Giovanile e Scolastico completo, non potendo quindi garantire ai ragazzi la continuità formativa di cui hanno bisogno.


E’ per questo motivo che ci siamo seduti ad un tavolo e abbiamo deciso di unire le forze: gli intenti sono stati comuni fin dalla prima chiacchierata. Si tratta di un progetto che era nell’aria già da un po’ di tempo e finalmente è arrivato il momento di realizzarlo, coinvolgendo inoltre la comunità di Premosello Chiovenda.

 

2. Quali vantaggi porterà questo prog