top of page

Con il Gravellona non c'è partita: 5 a 1 per gli avversari

PIEDIMULERA (4-3-3): Rizzetto, De Tomasi, Guglielminetti (1’st Inguscio), Squillaci, Colombo, Mainini, Garda, Afri (7’st De Luca), Martelli (1’st Hado), Naggi, Ciocca (36’pt Maesano). A disposizione: Ricotti, Preiata, Della Vedova, Capriolo, Montagnese. Allenatore: Marco Poma.


GRAVELLONA S.PIETRO (4-4-2): Romani, Calderoni (11’st Stoppini), Rondinella (19’st Pingitore), Comoli, Foti (11’st Cervini), Ferro, Lilla, Pieri (15’st Panizzolo), Sghedoni (15’st Scarazzini), Bionda, Aiello. A disposizione: Izzo, Scaramozza, Taddei. Allenatore: Daniele Agostini.


ARBITRO: Gabriele Biccai di Torino


MARCATORI: 5'pt Bionda (G), 17'pt Sghedoni (RIG G), 21'pt Mainini (P), 22'pt Bionda (RIG G), 23'pt Bionda (G), 9'st Sghedoni (G)

AMMONIZIONI: Rizzetto, Colombo e Mainini per il Piedimulera, Foti e Panizzolo per il Gravellona San Pietro


Uno strepitoso Gravellona espugna lo stadio Terzi di Piedimulera con un roboante 5 a 1. La partita di fatto si chiude dopo poco più di 20 minuti di gioco, quando gli ospiti realizzano la quarta rete. I ragazzi di mister Poma, nonostante il gol di Mainini, subiscono due gol nell’arco di due minuti e non trovano le forze di reagire.


Partita subito in discesa per i cusiani che dopo soli 5’ siglano la prima rete di giornata: lancio lungo per la corsa di Sghedoni che dalla sinistra appoggia al centro per lo smarcato Bionda, il quale con precisione spedisce al sette. Timida risposta dei gialloblù al 7’ con una punizione dalla destra di Naggi bene assorbita da Romani. All’8’ ancora Naggi di testa tenta di concretizzare il cross di Garda, Romani si distende bene. Il 2 a 0 del Gravellona arriva al 17’ grazie a Sghedoni che guadagna un penalty in seguito all’intervento scomposto di De Tomasi. Lo stesso Sghedoni trasforma, con Rizzetto che intuisce ma non riesce ad evitare il gol. I ragazzi di mister Poma al 21’ accorciano le distanze grazie a Mainini che svetta solitario sul corner di Squillaci e gira in rete. I neroarancio non ci stanno e alla ripresa del gioco passano pochi secondi e vanno subito a segno: bell’inserimento di Bionda che si trova a tu per tu con Rizzetto, il portiere ossolano in uscita bassa interviene fallosamente secondo il direttore di gara che assegna il secondo penalty di giornata. Dagli 11 metri questa volta va Bionda che, come Sghedoni nell’occasione precedente, trova l’angolino basso alla sinistra di Rizzetto. Il Gravellona è galvanizzato e il Piedimulera cede sotto i colpi dei neroarancio che al 23’ calano il poker in seguito ad un’ottima azione corale che viene concretizzata dal solito Bionda – che realizza la sua personale tripletta. I padroni di casa subiscono il contraccolpo e l’unica azione degna di nota si registra al 39’ con il tiro di Garda, Romani in qualche modo sventa. Brivido per gli ossolani al 45’ quando De Tomasi rischia l’autogol con un colpo di testa, poi rimedia in scivolata murando la conclusione a porta vuota dell’attaccante neroarancio.


Al rientro dagli spogliatoi al 1’ Naggi dalla destra vede Marsano che tutto solo di testa non impatta la sfera. La giornata è nera per il Piedimulera che al 9’ subisce il 5 a 1: Aiello si invola verso la porta, resiste ad un contrasto e appoggia per Sghedoni che ha tutto lo specchio libero e deposita in rete. Al 14’ Lilla dalla distanza vede Rizzetto fuori dai pali, Colombo a porta vuota salva di testa. Nei minuti successivi ci provano i padroni di casa, complice l’ingresso in campo di forze fresche: al 20’ Hado appoggia per Inguscio, Romani con i piedi devia. Sul corner conseguente Garda di testa manda a lato. Al 21’ De Tomasi dalla destra serve Hado che stoppa di petto e calcia di prima intenzione, Romani blocca. Al 33’ sponda di Hado per Maesano che dal limite dell’area sfiora l’incrocio. L’ultima occasione al 38’ con Squillaci che calcia dalla destra, Hado da due passi non arriva in tempo per il tap-in.


49 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page